VITTORIA!!!

VOLATA A DIR POCO IMPONENTE…..I MIEI COMPLIMENTI AD ALESSANDRO, E UN GRAZIE DA COMPAGNO DI SQUADRA!!!

NON CONTA LA FATICA, E NON è UN PECCATO METTERSI A DISPOSIZIONE, QUANDO POI VIENI RICAMBIATO TOTALMENTE CON UNA VITTORIA!!!

SPERIAMO IN FUTURO DI FARE LO STESSO!!!

MONTEVEGLIO (Bologna), 12 ottobre 2008 – Alessandro Petacchi ha vinto il 12° Gran Premio Bruno Beghelli. Sul traguardo il 34enne velocista spezzino della Lpr-Ballan ha battuto allo sprint l’ucraino Mikhailo Khalilov (Flaminia) e Giuseppe Palumbo (Acqua e Sapone-Mokambo). Per Petacchi, che succede nell’albo d’oro a Damiano Cunego, si tratta del quinto successo stagionale.

LA CRONACA – In 168 al via di 24 squadre: diversi nomi di spicco, da Cunego a Visconti, da Paolini a Evans e Popovych. E un copione ricercato da (quasi) tutti: cercare di impedire l’arrivo allo sprint, al termine di 186 chilometri e 8 giri del circuito dello Zappolino che nel 1996 incoronò campione d’Italia Mario Cipollini e che era considerato ideale anche per Petacchi. Ci hanno provato da lontano prima Enrico Rossi e poi Caccia, seguito da Van Goolen. E all’ultimo giro hanno tentato il colpo a sorpresa Paolini e Visconti. Ma la Lpr-Ballan ha chiuso tutti i varchi, Petacchi ha impostato lo sprint in testa e non ce n’è stato per nessuno. Appena giù dal podio Davide Viganò e Enrico Gasparotto: quest’ultimo “vede” il successo nel circuito europeo dell’Uci.

IL PERSONAGGIO – Pensare che oggi il re della Sanremo 2005 avrebbe dovuto correre la più prestigiosa Parigi-Tours, di cui era campione uscente. Invece, per lo spinoso caso del passaporto-biologico, la Lpr è stata esclusa, come pure dal Lombardia di sabato che faceva gola a Di Luca. Ieri Di Luca ha vinto il Giro dell’Emilia, oggi è stato Petacchi a trionfare a braccia alzate. Due vittorie che è addirittura troppo facile definire rivincite, seppur parziali. “Quando ho saputo la notizia – ha ammesso Petacchi -, le motivazioni sono calate. Me ne sono fatto una ragione, ma continuo a pensare che sia stato ingiusto. In ogni caso, qui ho vinto per i miei compagni, che sono stati straordinari”.

BILANCIO – Ale-jet poi parla di “13ª vittoria 2008” e in effetti non si sbaglia: ma 8 gliene sono state tolte per il caso-salbutamolo e la successiva squalifica, che lo ha fermato fino al 31 agosto. “Ora farò solo il Giro del Piemonte, poi vacanza ma neanche troppa. Mio figlio Alessandro ha poco più di 5 mesi, viaggi lunghi non ne posso fare. Ho voglia di cominciare subito a preparare la prossima stagione. Per gli infortuni e la squalifica, le ultime stagioni le ho disputate diciamo a mezzo servizio e penso di avere ancora tanto da dare. A gennaio farò 35 anni, ma mi sento di averne di meno. Penso di poter essere ancora protagonista per un bel po’. E’ una sfida. E di queste sfide è fatto il mio mestiere”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: